Ci sono alcune cose che devi sapere
prima di iniziare una dieta

Non esistono cibi “buoni” e cibi “cattivi”, ma solo diete buone e diete cattive. La stessa parola “dieta” trascina con sé l’idea di sacrificio, di perdita del gusto, spesso di sconfitta o diffidenza. In realtà la dieta, parola greca che significa stile di vita corretto, è solo l’insieme delle abitudini alimentari che puoi acquisire per sentirti bene con te stesso, per avere cura della tua salute, per essere pieno di vita ed energia. Mens sana in corpore sano non è solo un modo di dire: la dieta è uno strumento per sentirti bene e amarti. Trovare l’equilibrio fisico e psicologico è il connubio perfetto a cui tutti aspiriamo.

È importante che tu sappia che si può raggiungere questo, intraprendendo una dieta senza perdere il piacere di nutrirsi. Si tratta solo di creare l’ideale alimentare, non voglio parlare di regime, adatto alle tue esigenze. Questo perché ciascuno di noi è differente, ha uno stile di vita differente, un fabbisogno energetico tutto suo, una storia personale ed emotiva particolare che entra a far parte necessariamente del rapporto che ha con il cibo. È perciò necessario rivolgersi alla persona giusta, che sia in grado di fondere professionalità e capacità di comprendere la tua situazione nel complesso, uno specialista che sappia studiare insieme a te una dieta personalizzata. Una dieta solo per te.

A tal riguardo mi preme fare un po’ di chiarezza e fornirti informazioni corrette sulle figure professionali che possono decidere autonomamente il corretto regime alimentare di una persona.

La professione di nutrizionista riguarda il rapporto tra l’alimentazione e lo stato di benessere dell’individuo.
Può essere esercitata solo da due figure professionali: dal medico chirurgo specialista in scienze dell’alimentazione (ovvero dal medico dietologo nutrizionista) e dal biologo nutrizionista*.

[*In Italia la professione di nutrizionista può essere svolta dai medici, in possesso di laurea magistrale sessennale in Medicina e Chirurgia e la successiva specializzazione quinquennale universitaria ad indirizzo di Nutrizione Clinica e iscritti all’Ordine dei Medici Chirurghi dal quale hanno ricevuto il nulla osta per professare come medici chirurghi dietologi nutrizionisti, oppure può essere svolta dai biologi, ai sensi della Legge n. 396/67, in possesso di laurea magistrale quinquennale in biologia, purché iscritti all’Ordine Nazionale dei Biologi sez A].

Una terapia dietologica a fini curativi è, invece, un presidio esclusivamente di pertinenza medica.

IL MEDICO NUTRIZIONISTA

1) può operare in totale autonomia, fare visite specialistiche con anamnesi, prescrivere analisi, fare diagnosi di patologie, prescrivere terapie dietologiche individuali, per mense aziendali, per collettività, per gruppi di sportivi, etc, nonché diete speciali per particolari condizioni patologiche o in stato fisiologico;
2) può usare apparecchiature mediche per fare diagnosi, rilevando parametri utili alla valutazione dei bisogni nutritivi ed energetici;
3) può prescrivere integratori alimentari, rimedi biologici omeopatici o farmaci allopatici sulla propria carta intestata.

Un medico nutrizionista può quindi crearsi un quadro complessivo del tuo stato di salute e decidere in totale autonomia lo stile alimentare corretto o la terapia dietologica più adatta a te, che tu sia in salute oppure presenti uno stato di malattia.

IL BIOLOGO NUTRIZIONISTA

1) può prescrivere diete in modo autonomo, ma esclusivamente ad un soggetto sano
2) non può qualificarsi come medico;
3) non può fare diagnosi di patologie;
4) non può prescrivere terapie anche dietologiche in presenza di patologie di qualsiasi natura;
5) non può prescrivere farmaci (ancorché omeopatici);
6) non può utilizzare attrezzature, strumenti medici e apparecchiature invasive per fare diagnosi, terapie o trattamenti

(vds. Consiglio di Stato sez. V, 16.11.2005, n. 6394)

Il biologo nutrizionista è, quindi, un dottore, ma non è un medico. Analogamente al medico nutrizionista, può prescrivere diete in modo autonomo, ma esclusivamente ad un soggetto sano, ovvero che non presenti alcuna alterazione del proprio stato di salute. Le limitazioni della sua professione derivano dall’esclusività della professione medica.

Un biologo nutrizionista dovrà accertarsi se la persona che si rivolge a lui sia in possesso di tutte le analisi necessarie, ed avere un quadro complessivo esauriente del suo stato di salute, proprio perché non può egli stesso prescriverle. Qualora le analisi si discostino dai valori normali, il biologo ha l’obbligo di collaborare con il medico curante o con uno specialista, prima di suggerire qualsiasi tipo di regime alimentare che abbia carattere terapeutico.

Per darti una informativa completa devi sapere che esiste un’altra figura professionale che però non può operare autonomamente: il Dietista

Il dietista non è né un medico dietologo nutrizionista né un biologo nutrizionista. È in possesso di diploma universitario abilitante o laurea triennale. È una figura professionale che elabora, formula ed attua le diete solo se prescritte dal medico specialista in scienze dell’alimentazione e ne controlla l’accettabilità da parte del paziente [(art. 2 c) D.M. n.744 del 1994]].

La categoria del dietista è inserita con Codice ISTAT 3.2.1.4.5. tra le professioni tecniche che richiedono conoscenze tecnico-disciplinari per selezionare e applicare operativamente protocolli e procedure – definiti e predeterminati – in attività di produzione o servizio e i cui compiti consistono nel coadiuvare i medici chirurghi specialisti in ambito scientifico e sanitario.
Pertanto il dietista è un eccellente professionista ma non ha l’abilitazione a formulare diete nè tanto meno terapie dietologiche, in modo autonomo, né ha la competenza a prescrivere farmaci o a compilare ricette.

La professione del nutrizionista, in definitiva, è un’attività intellettuale e scientifica di elevata specializzazione, che richiede un alto livello di conoscenza teorica e pratica che serva ad analizzare e a valutare situazioni e problemi complessi, a definirne le possibili soluzioni e a prendere le relative decisioni.

La professione del nutrizionista, in definitiva, è un’attività intellettuale e scientifica di elevata specializzazione, che richiede un alto livello di conoscenza teorica e pratica che serva ad analizzare e a valutare situazioni e problemi complessi, a definirne le possibili soluzioni e a prendere le relative decisioni.

Il mio compito

Come medico dietologo nutrizionista non mi occupo solo di compilare diete ma ho il compito di prendermi cura di te nella tua totalità, di ascoltarti, di capire in base alle tue esigenze lavorative e sociali, ai fattori fisici e psicologici, il regime alimentare più adatto, di guidarti ed educarti al gusto e ad uno stile di vita sano.

La tua salute resta il mio primo obiettivo.